la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 2 Dicembre 2021

89

Ci immaginiamo la roccia come ciò che di più forte, solido e sicuro ci sia. Pensiamo che per contrastare la potenza di “pioggia, fiumi e venti”, ci voglia la durezza di questa roccia.

A volte però la roccia non è quella che noi pensiamo. Ascoltare e mettere in pratica le parole di Gesù può renderci deboli davanti al mondo. Ma questa “debolezza di Dio è più forte degli uomini”, ricorda San Paolo. Per resistere, non c’è forza più grande dell’umiltà. E la casa che vi costruiamo sopra è “l’amore”. Volontà di Dio è che già qui sulla terra ci sia qualcosa che resista a tutto: e l’Amore resiste sempre.

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 2 Dicembre 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 2 Dicembre 2021