Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 24 Novembre 2020

147

Non andate dietro a loro “.

Gesu’ ci invita a non seguire i “ falsi profeti “.

La pagina evangelica è di un’attualità mostruosa.

Mai come in questi giorni ascoltiamo, ovunque, dei “ tuttologi “ che credono di avere risposte per tutto e, spesso, purtroppo, sono cosi’ bravi nella loro eloquenza da convincere tante persone ad                “ andare dietro a loro “.

Come si fa a resistere a queste sirene?

La risposta è sempre la stessa: restando saldi nella fede.

Chi è radicato in Cristo sa riconoscere chi vuole ingannarlo.

Quali sono gli strumenti del “ falso profeta “?

Alimentare la paura ( “ verranno guerre, rivoluzioni, terremoti, carestie, pestilenze “ ) al fine di farci “ dubitare “ di Dio, delle sue promesse, inducendoci cosi’ a seguire “ lui “.

La paura si vince soltanto con la fede.

Solo chi dinanzi ai terremoti della sua vita, ai fallimenti, alle sofferenze, ai lutti, non perde la fede ma sa che Dio, anche in quei momenti, è l’unico faro, è in grado di attraversare le tempeste dell’esistenza e non farsi catturare dalla rete dei “ falsi profeti “ che, ingannandolo, gli promettono un mondo diverso, irreale.

Il credente, chi ha fede, è chi sa riconoscere che “ tutto è Grazia “ in quanto sa che ogni evento del sua vita, brutto o bello che sia, è strumento di Dio per destare il suo desiderio di aprirsi alla volontà del Padre, che è Salvezza.

Non andiamo, allora, dietro falsi profeti ma restiamo saldi nella Parola dell’unico vero Signore e Salvatore.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello