Laura Paladino – Commento al Vangelo del 10 Luglio 2022

188

- Pubblicità -

Amare il Signore in ogni prossimo

In questa domenica ci è dato a esempio il Samaritano, protagonista di una parabola, presente solo in Luca, narrata da Gesù in un contesto significativo. “Un Dottore della Legge” chiede al Maestro, “per metterlo alla prova”: «Cosa devo fare per avere la vita eterna?”.

L’uomo si trova tra i discepoli, in ascolto di Gesù, ha assistito all’invio dei 72, al loro ritorno dalla missione, alla preghiera di lode che il Signore ha innalzato per i suoi amici (Luca 10,1-24).

Tutto ciò ci mette in guardia da un rischio concreto: possiamo essere alla sequela del Maestro, ascoltarlo, sentirci a posto ma, in realtà, restare tiepidi, legati a una angusta visione della fede, non convertirci veramente. Metteremo allora “alla prova” i fratelli e, in loro, Gesù stesso, e non cambieremo la nostra vita né quella di chi ci è intorno.

- Pubblicità -

Le letture mostrano che la fede non ha bisogno di pratiche, di cose da “fare” o studiare, ma si impernia sull’unico elemento che può trasformare il mondo: l’amore verso Dio e i fratelli, che riassume i comandamenti e la Legge, di cui il Salmo 18 loda la perfezione e la bellezza. Essa fa gioire il cuore e dona sapienza! Il comandamento di Dio non è “lontano”, impossibile per gli uomini; è «vicino, nella bocca e nel cuore» (I lettura): è congeniale alla dimensione dell’umano, che è relazione a immagine di Dio.  […]

CONTINUA SU FAMIGLIA CRISTIANA