Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 28 Gennaio 2021

71

Ascoltare e misurare sono i verbi che connotano il testo odierno.

ASCOLTARE

Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti “.

Sembra un’ovvietà.

L’ascolto avviene attraverso l’orecchio!!!

Gesu’ vuole però dirci che, probabilmente, le nostre orecchie hanno bisogno di “ una buona pulita “ perché si sono disabituate ad ascoltare cio’ che ci fa bene.

Fate attenzione a quello che ascoltate “.

E’ questo il monito di Cristo.

Noi ascoltiamo, quotidianamente, tante voci, soprattutto oggi oserei dire tante urla, tanti “ slogan sbraitati a voce alta “ per cercare di fare presa.

Ci convinciamo che chi urla più forte, chi mostra i muscoli, è colui il quale ci dice la Verità, è colui il quale, in qualsiasi campo, sia esso politico, educativo, culturale, spirituale, va seguito.

E’ esattamente l’opposto.

Chi urla, come mi ha insegnato una persona a me carissima, è solo “ colui il quale non ha argomenti e cerca di convincere gli altri del suo NULLA strillando e strepitando “.

Dobbiamo quindi stare attenti a cosa e a chi ascoltiamo.

Gesu’ non urla, Gesu’ insegna e vive quello che insegna.

E’ quella Parola che dobbiamo quindi ascoltare ma non nel caos, non insieme alle altre “ urlate “ che riceviamo a raffica, ma in silenzio, in uno spazio quotidiano che dobbiamo crearci per assaporarla, gustarla.

Solo cosi’ impareremo ad “ affinare l’udito “ e a scartare subito le Parole vuote che ci propina il mondo per concentrarci e mettere in pratica quelle Vere che ci insegna il Vangelo.

MISURARE

E’ un’altra caratteristica dell’uomo.

Misura tutto.

Tu mi hai fatto questo, devo rispondere allo stesso modo.

Alla “ comunione “ di mia figlia mi hai donato 100 euro, farò altrettanto a quella di tuo figlio.

Tu non puoi darmi alcun contraccambio, che mi impegno a fare per te?

Questo è il “ misurare “ che ci connota.

Anche qui Gesu’ ci da un monito: “ Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi “.

Il versetto mi fa venire in mente la pagina evangelica del “ giudizio “ in cui degli uomini, stupiti, diranno a Dio che non li riconosce: “ quando ti abbiamo visto nudo, assettato, affamato e non ti abbiamo vestito, dato da bere, dato da mangiare?

Quando non lo avete fatto ad uno dei miei figli, quando, cioè, avete “ misurato “, avete agito per convenienza e non per amore.

L’amore non ha si misura, come ci insegna Sant’Agostino, il quale dice che la domanda: “ qual è la misura dell’amore? “ ha, come risposta “ amare senza misura “.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Articolo precedentep. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 28 Gennaio 2021
Articolo successivoMonastero di Bose – Commento al Vangelo del giorno – 28 Gennaio 2021