Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 18 Gennaio 2021

54

Sono tante le provocazioni che questo vangelo mi mette dentro il cuore.

Oggi mi voglio soffermare solo su un aspetto.

Perché i tuoi discepoli non digiunano?

Mi sembra che in questa domanda ci sia un giudizio. Mi sembra che chi fa questa domanda stia giudicando la fede dei discepoli di Gesù semplicemente da fatti esterni.

Giudicare qualcuno o la fede di qualcuno da fatti esteriori… si può?
Fare questo non rischia di ridurre la fede alla esecuzione di fatti? Di norme? Di precetti?

E questo atteggiamento non è forse molto attuale?

Ma la fede non è il rapporto con Gesù? E la manifestazione di questo rapporto non dovrebbe manifestarsi, prima di tutto, nell’amore verso il prossimo?

Certo, in una vita di fede, ci sono anche i digiuni e le pratiche di penitenza, ma queste, secondo l’insegnamento della Chiesa, dovrebbero essere “funzionali” soprattutto alla carità verso gli altri e alla preghiera.

Insomma, se digiuno è soprattutto perché ciò che mi privo deve servire agli altri mentre io mi nutro maggiormente della Parola di Gesù!

Oggi il vangelo ci provoca… su cosa è basata la nostra fede? E se proprio voglio “guardare” la fede dell’altro, su cosa mi soffermo? Sul suo digiuno o sulla sua capacità di amare, perdonare e aiutare l’altro?

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 18 Gennaio 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 18 Gennaio 2021