Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 15 Settembre 2021

42

Una spada trafiggerà l’anima.
A primo acchito si pensa sempre alla spada del dolore di vedere il proprio figlio rifiutato, perseguitato e ucciso in croce e sicuramente c’è anche questo aspetto da considerare…

Ma la spada nella scrittura è anche la Parola di Dio alla quale anche Maria deve obbedire, con impegno, con sacrificio, con la fatica dei discepoli.

Maria è piena di Grazia ma questo non le eviterà di soffrire e di obbedire alla Parola, al progetto di Dio che passa anche dalla sua obbedienza, dalla sua adesione.

Da Maria impariamo a stare nel dolore anche quando si vorrebbe fuggire
Da Maria impariamo a stare nel dolore con la dignità dei discepoli
Da Maria impariamo che la vita va avanti anche quando il dolore ti tocca nell’intimo
Da Maria impariamo che si può continuare ad amare anche quando la morte “sembra” toglierti l’amore

Perché Maria ci insegna che il dolore attraversato con l’amore porta frutti di resurrezione.

L’amore unisce sempre anche quando le distanze sono immense quanto la morte!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 15 Settembre 2021
Articolo successivoBeata Vergine Maria Addolorata