La tenda blu – In Etiopia con le armi della solidarietà

905
«Ti mando ad Adua». «E dov’è Adua? In quale Paese del mondo si trova?». Vagamente mi ricor-davo di una battaglia coloniale, anzi di una sconfitta italiana; ma, al momento, non mi veniva in mente altro. « È in Etiopia».
Sr. Laura, salesiana, non più giovane protagonista di questa storia avvincente e sorprendente, rac-conta a Niccolò d’Aquino, con estrema schiettezza e semplicità, la conversazione con la sua Supe-riora Generale all’origine di questa che lei considera la sua ultima missione e che per questo voleva fosse tosta, perché, ne valesse davvero la spesa… A giudicare da quanto riportato in queste pagine – con grande coinvolgimento da parte dell’Autore – non vi sono dubbi che la missione sia stata e sia tuttora molto tosta.
Iniziata con una tenda blu, prima casa di Sr. Laura, oggi la missione salesiana Kidane Mehret è una piccola città, un punto di riferimento per la popolazione locale che, stremata dalle guerre e dalle precarie condizioni sanitarie, può contare su un aiuto qualificato per fronteggiare il problema della fame e ritrovare nel lavoro e nell’istruzione una dignità perduta. Tutto questo realizzato da un manipolo di donne coraggiose e tantissimi volontari. Ne valeva davvero la spesa!
Le armi di una politica colonialista sono state sostituite dalle armi della solidarietà e dell’impegno umanitario, offerto nel rispetto dei poveri.
 
Il libro racconta in prima persona gli inizi di una missione in terra etiope e registra contempora-neamente la storia degli ultimi trent’anni di una parte di Africa provata da carestie, siccità e guerre di cui si parla troppo poco. «È la storia – scrive Niccolò d’Aquino – forse istruttiva e di sicuro sconosciuta ai più, di come nasce una missione. Del “bene” che riesce a produrre attorno a sé. Delle fatiche quotidiane, delle delusioni da superare, delle ostilità da aggirare». Ma, sorprendentemente, è anche un documento, quasi dettagliato, di quanto tantissimi italiani anonimi sono disposti a fare per aiutare chi ha bisogno. È inoltre una testimonianza che i mezzi di informazione, usati a servizio della notizia, costituiscono una grande cassa di risonanza per far conoscere situazioni difficili e urgenze irrimandabili.
I diritti d’autore di questo volume saranno devoluti all’Associazione Amici di Adwa Onlus.
AUTORI

Niccolò d’Aquino 
dopo una lunga carriera giornalistica – tappe prin­cipali: il Giornale di Indro Montanelli, l’Ansa a Roma e New York, Radio MontecarloIl MondoAffari & FinanzaIo donna / Corriere della Sera – ora è corrispondente dall’Italia di America Oggi, il più importante quotidiano italiano all’estero distribuito nelle edicole USA con l’edi­zione internazionale di Repubblicain allegato. Ha scritto un paio di libri sulla globalizzazione con Piero Bassetti e altri sono in cantiere. È uno dei responsabili editoriali di Italic Digital Editions, società di editoria elettronica fondata con un gruppo di altri professionisti. Dirige anche una rivista dell’Ordine di Malta. E ora ha potuto realizzare un progetto che covava da anni e sen­tiva quasi come un dovere: scrivere questo libro.

Acquista il libro su Libreria del Santo

Acquista l’ebook su Libreria del Santo

http://www.youtube.com/watch?v=b1Vrp86AAsA