la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 12 Gennaio 2023

51

- Pubblicità -

Questa è una semplice lettura del commento di don Vincenzo che può essere anche letta qui: https://www.cercoiltuovolto.it

Fonte: La Buona Novella (dal canale Telegram – https://t.me/labuonanovella)

“Lo supplicava in ginocchio.” Quanto era grande il dramma di quest’uomo? Forse per questo ha meritato il tocco di Gesù. La lebbra, la più grande disgrazia che poteva capitargli, diventa per lui l’occasione, anzi il motivo stesso, per essere toccato da Gesù.

Chissà se la richiesta di non dire niente a nessuno e di andare dal sacerdote, non fossero proprio legati al fatto che Gesù avrebbe toccato qualcosa di intoccabile, piuttosto che per averlo guarito. Bisognava tacere il tocco, non la guarigione: quello era il più grande scandalo. Gesù tocca anche la tua lebbra. La bacia, prima ancora che per guariti, per dirti che tu vali tutta la Sua Vita.

A cura di fra Simone dal suo canale Telegram (https://t.me/centoparole)

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno