Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 27 Maggio 2023

301

✝️ Commento al brano del Vangelo di: ✝ Gv 21,20-25

Signore, cosa ne sarà di lui?

Pietro chiede al Signore della sorte di Giovanni e…riceve una risposta che sembra un po’ sgarbata: “ A te che importa?

Perchè Cristo risponde cosi’?

Perchè vuole darci una precisa indicazione: ognuno di noi ha un suo cammino particolare ed unico e, quindi, non deve interessarsi di quale sia il percorso altrui, di quale strada il Signore abbia preparato per gli altri.

Ciascuno, infatti, è chiamato alla santità attraverso una strada che è soltanto la sua.

Io, pertanto, non mi “ faccio santo “ se seguo il percorso di un altro fratello, perché quello è il suo.

Preoccuparsi del cammino altrui è…perdere la propria direzione.

Cristo, ribadendo cio’ che avevamo letto nel Vangelo di ieri, dice a Pietro, cosi’ come dice a me, a te, oggi: “ Seguimi “.

Punto e basta.

Tutto il resto non conta.

Io devo seguirlo, come dice una nota canzone, “ dove Lui mi vuole e come Lui mi vuole “.

E’ il cammino per la mia felicità, diverso da quello di ogni altra persona.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.