Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 24 Aprile 2023

309

Voi mi cercate non perché avete visto dei segni ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell’Uomo vi darà “.

In questo versetto c’è un grande insegnamento per tutti noi: la fede non è qualcosa di “ miracolistico “ ma di “ concreto “.

Credo non perché spero nel “ miracolo “ ma perché, ascoltando e meditando, quotidianamente, la Parola, ho preso atto, concretamente, dei “ segni “ che Cristo ha operato in me, di come ha inciso nella mia vita.

Che cosa dobbiamo fare per compere le opere di Dio?

E’ semplice: credere in Gesu’ Cristo.

Basta. Non c’è bisogno di altro.

Chi crede in Lui, che è venuto a donarmi la Salvezza e che mi ha dimostrato, con la sua Resurrezione, che sono “ chiamato all’Eternità “, non ha bisogno di miracoli perché il miracolo lo ha già avuto: il dono dell’Eternità.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.