don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 26 Gennaio 2023

52

- Pubblicità -

“Non passate da una casa all’altra”

La vita ci sottopone a continui passaggi, a momenti di trasformazione che lasciano poco spazio alla stabilità. Gli equilibri, costruiti a fatica, si rivelano fragili e incapaci di fronteggiare ai cambiamenti che ogni tappa dell’esistenza presenta. Ma in tutto questo stravolgimento delle situazioni, delle relazioni, dei luoghi, il Signore ci invita a “non passare da una casa all’altra”, ma piuttosto a risiedere lì dove siamo, a vivere di quello che c’è, e che ci è offerto.

Infatti il rischio è di vivere nel continuo timore che la propria scelta non sia stata la migliore, che nella “casa” del vicino c’è una felicità  più appagante che nella propria. C’è sempre quell’inclinazione a fuggire dalle difficoltà per correre al riparo di tetti più confortevoli e sicuri. Non fuggire dalla tua “casa”, da quelle situazioni che ti è chiesto di vivere e di affrontare in questo momento.

- Pubblicità -

Forse per te non saranno facili, né le migliori da desiderare. Ma sono la tua casa. È solo restando lì che potrai essere sollecitato a dare il meglio di te. Chiediti piuttosto perché sei lì. Quali risorse e quali capacità hai da offrire nella situazione in cui ti trovi. Spenditi per aiutare gli altri della tua casa a superare le difficoltà che incontrano.

Non ti trovi accanto a loro per sbaglio, non voltare a loro le spalle. Condividi i loro problemi nella misura delle tue capacità. E vedrai che non avvertirai più la necessità di guardare a ciò che accade nella casa accanto alla tua.

TelegramInstagram | Facebook | Youtube