Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 7 Maggio 2023

249

È questa l’eredità di Gesù, quella che ha lasciato ai suoi discepoli prima di andare al Padre… quell’eredità nella quale siamo inseriti anche noi che non lo abbiamo conosciuto storicamente. E cosa dice come prima cosa? Non vi turbate… non vi preoccupate… non siete soli! L’invito ad avere fede è tutto qui: ci sono nella vostra vita anche se non mi vedete.

Già, chi ha perso una persona cara sa che i suoi insegnamenti, i suoi valori e i suoi esempi rimangono al di là della sua presenza. Ma c’è un’altra chicca nel vangelo di oggi: Gesù ci assicura che ognuno di noi avrà una dimora… anzi, la propria dimora. La bella notizia è questa… nessuno è escluso… tutti possiamo raggiungerlo… la salvezza è alla portata di tutti… di tutti quelli che vogliono, perché la strada è Gesù stesso.

Non c’è posto, luogo, situazione nella quale ti trovi che non possa diventare il punto di partenza della tua salvezza: sei nel dolore? Nella fatica? Nella difficoltà? Nel peccato? sei impantanato in una situazione complicata… devi solo deciderti di muoverti… di fare il primo passo… può richiedere tempo ma già percorrere la strada è salvezza!

Se conosci la strada, puoi sempre raggiungere la meta, anche quando cadi… anche se ti fermi!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay