Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 14 Maggio 2023

258

Il vangelo di oggi ci proietta ancora una volta nell’ultima cena. Gesù sa che da lì a poco dovrà subire la passione e cerca di rasserenare i suoi discepoli. Manifesta una grande attenzione e sensibilità… pensa alle persone che ama cercando con queste parole di preparare eventuali turbamenti.

Non vi lascio orfani. Non vi lascio da soli… senza punti di riferimento. Gesù sa che tutti abbiamo bisogno di appoggiarci a qualcuno perché la vera autonomia sta nel sapere chiedere aiuto quando necessario e nel sapere avvalersi delle giuste relazioni per andare avanti nella vita. Si tratta di trovare il giusto, a volte difficile, equilibrio tra autoreferenzialità e dipendenza.

Ecco, allora, la necessità di qualcuno che con discrezione si fa compagno di strada, disponibile e pronto a ricordarci, se necessario, gli insegnamenti e i valori da seguire… pronto a difenderci contro chi ci mette i bastoni tra le ruote, a suggerirci come affrontare le difficoltà e a consolarci nello scoraggiamento. Si tratta, ovviamente, dello Spirito Santo.

Non vi lascio orfani. Non è solo una promessa, ma una certezza. Anche quando pensiamo di essere soli, in una situazione difficile… in un modo o in un altro Gesù si manifesta… sempre… dentro di noi o anche fuori, attraverso qualcuno… con una forza interiore o con l’aiuto concreto di qualcuno. Ma solo chi crede se ne può accorgere… solo chi non dispera… solo chi vive di questa certezza si sentirà amato… e chi si sente amato diventa invincibile!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay