Commento alle letture di domenica 7 Ottobre 2018 per bambini – ElleDiCi

55

Spunti di riflessione dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

XXVII Domenica del Tempo Ordinario

Dio ha creato l’uomo e la donna perché vivano insieme, amandosi e amando gli altri. Le letture di oggi ce lo ricordano.

L’uomo si
unirà a sua glie e i due
diventeranno una carne sola».

Dal libro della Genesi (Gn 2,18-24)

Il racconto della Bibbia sembra una favola. Dio vuole che gli esseri umani siano uguali e diversi. Allora li crea uomo e donna.

Capire le parole

  • Corrisponda. Cioè che possa stare in relazione, gli somigli, sia degno…
  • Donna. In ebraico donna si dice «isha». È il femminile di «ish» che significa uomo. Questo dimostra che gli uomini e le donne sono al contempo simili e diversi. Nel racconto della Genesi l’uomo non può essere sveglio, vivo, senza la presenza della donna. E la donna vale quanto l’uomo perché è fatta della stessa carne.

Di più

Sono fatti l’uno per l’altra
Se sulla terra ci fossero solo uomini o donne… non sarebbe invivibile? Questo racconto biblico molto immaginoso ci insegna che Dio ha voluto degli uomini e delle donne, simili per molti aspetti e diversi per altri. Uomini e donne che abbiano bisogno gli uni degli altri. Completandosi a vicenda, possono continuare insieme a costruire il mondo e a farlo vivere.

Dalla lettera agli Ebrei (Eb 2,9-11)

Gesù risorto è nostro fratello: ci provoca a diventare con lui figli e figlie di Dio per sempre.

Capire le parole

  • Gloria. Questa parola vuol dire «ciò che ha peso». Dice l’importanza di una persona.
  • Santificare. Rendere santo, permettere di awicinarsi alla perfezione di Dio.

Dal vangelo secondo Marco (Mc 10, 2 -16)

Talvolta le persone sposate giungono al punto di non vivere più insieme. Gesù ricorda che Dio chiede di amarsi nonostante tutto e di restare fedeli.

Capire le parole

  • Farisei. Erano Ebrei zelanti nell’osservanza della Legge di Mosè: stavano attenti a rispettare tutte le
    norme religiose.
  • Mosè. È il condottiero e il legislatore inviato da Dio a liberare il popolo d’Israele dalla schiavitù egiziana.
  • Atto di ripudio. Al tempo di Gesù chi voleva mandare via la moglie, doveva darle un documento scritto,
    un atto di ripudio. Da quel momento erano separati e la donna poteva essere presa in moglie da un altro.
  • Adulterio. Chi tradisce la moglie o il marito con un’altra persona, commette adulterio.

Di più

Due che fanno uno
Una coppia che si separa fa soffrire tutti, genitori e figli. Forse conosci anche tu dei genitori divorziati. Gesù ci ricorda che Dio crea l’uomo e la donna perché si amino. A volte ci sono incidenti di percorso, capita ad alcuni sposi di non capirsi più. Ma non è ciò che si aspettavano quando si sono sposati. Nessuno si augura questo e
nemmeno Dio.

Fonte

Scarica e colora la vignetta di RobiHood

L’UOMO NON DIVIDA

[amazon_link asins=’8801058411,8801063113,8801056419,8801059892′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1e41c6f1-c47e-11e7-9974-417047202061′]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 7 Ottobre 2018 anche qui.

L’uomo non divida quello che Dio ha congiunto.

Dal Vangelo secondo Marco
Mc 10, 2-16
 
2Alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, gli domandavano se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. 3Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosé?». 4Dissero: «Mosé ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla». 5Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. 6Ma dall’inizio della creazione li fece maschio e femmina; 7per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie 8e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. 9Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto». 10A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. 11E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; 12e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio».
13Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. 14Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. 15In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». 16E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 07 – 13 Ottobre 2018
  • Tempo Ordinario XXVII
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 3

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.