Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 6 Luglio 2020

122

La versione di Matteo di questa pagina evangelica è una variante di quella che ci viene offerta da Marco, ma il punto centrale di questa pagina è la guarigione o le doppie guarigioni che Gesù compie a causa della Fede di coloro che gliele hanno chieste.

Nel primo episodio uno dei capi della sinagoga che chiede addirittura di far ritornare in vita la sua figlia che è appena morta e nel secondo caso questa donna che aveva perdite di sangue da tanti anni che è convinta che toccando almeno il mantello di questo profeta sarebbe stata guarita.

Gesù esaudisce la fede di questi due personaggi e opera due miracoli strepitosi. Questa pagina oggi ci interpella sulla potenza della nostra fede: quanto crediamo che Gesù possa guarirci e liberarci in rapporto alla Fede. Presentiamo oggi al Signore le nostre zone morte, o la nostra morte interiore, le nostre zone ferite e da guarire quelle che ancora sanguinano, la vita che perdiamo giorno per giorno dietro le nostre preoccupazioni e frustrazioni, fatiche… offriamo tutto al Signore con la Fede grande di questi due personaggi certi che il Signore può intervenire e lo farà dicendo anche a noi: coraggio la tua fede Ti ha salvato… la tua fede Ti ha guarita.. la tua fede Ti ha liberato da tutti i tuoi mali.. la tua fede nella mia potenza, nella mia Misericordia, nel mio amore per te! Se aveste Fede quanto un granello di senape sposereste le montagne!

Questa è la Fede che il Signore richiede per poter essere libero di operare nella nostra vita, di poter essere libero di manifestarsi per quello che Egli è: l’amore onnipotente che irrompe come Luce nel nostro buio e lo fa vivere.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade