la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 17 Marzo 2022

142

- Pubblicità -

Avere tutto ma poi perdere se stessi… Come questo ricco, a cui non manca che l’unica cosa essenziale: non ha un nome, come un uomo privo di identità. Impariamo così che non basta riempire la vita di beni materiali.

Anche desiderare una più equa distribuzione dei beni, seppur importante, non è sufficiente! Perché l’uomo ha bisogno di “altro”, ha bisogno di sapere di essere amato da Dio.

Per questo gli servono un nome e un volto, per scoprire che la vita non si misura solo con i giorni e con gli anni ma con l’eternità che Dio dona a coloro che ama.

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

- Pubblicità -


Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 17 Marzo 2022
Articolo successivoMissio Ragazzi – Commento al Vangelo di domenica 20 Marzo 2022 per ragazzi