Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 19 Maggio 2022

70

- Pubblicità -

Rimanere non è sempre semplice. Quando la barca sembra affondare, quando siamo schiaffeggiati dalle onde della confusione, dagli schizzi del panico, dalla tentazione della divisione, dalla follia della violenza, rimanere sembra impossibile.

Nella sua via il Signore non incontra solo il tappeto rosso e stirato della chiarezza e dei successi. La via del risorto passa attraverso le grandi contraddizioni, ma lui vive consapevolmente nella sua carne l’esperienza che, quando rimani connesso all’essenziale, quel frammento luminoso riempie tutto.

Non è una magia per pochi eletti fortunati, non è il frutto garantito di una ascesi passo per passo. È l’esperienza gioiosa, fragile ma possibile, a cui sono chiamati tutti i discepoli del Figlio dell’amore, quei piccoli che, con tutto quello che possono, provano a rimanere figli con lui, compagni suoi nelle tempeste della via.

Matteo Suffritti SJ


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

- Pubblicità -

Articolo precedenteVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022
Articolo successivodon Tonino – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022