fra Mario Berišić – Commento al Vangelo del 4 Giugno 2020

160

L’uomo è una creatura che cerca sempre qualcosa di concreto e al tempo stesso qualcosa che è sicuro. Senza questa concretezza l’uomo si sente perso. Anche la domanda di questo scriba c’è lo conferma: “Qual è il primo di tutti i comandamenti?”

Sembra che lui chieda quale comandamento è più importante, però come si possono escludere tutti gli altri comandamenti, che sono ugualmente importanti? Gesù allora fa una cosa molto furba, sintetizza tutti comandamenti in una parola- amare. Somma di tutti i comandamenti è amare.

Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».

Questo “ascolta” è la porta per poter amare. Una persona che ascolta è attenta, pronta ad assimilare quello che sente. Una persona che ascolta, conosce! Infatti soltanto chi conosce Dio, chi lo ascolta e si lascia trasformare da Lui, non ha bisogno delle spiegazioni sui comandamenti, perché ha capito che il nucleo di tutto è l’amore, e ciò vale molto di più di un sacrificio.

Commento a cura di fra Mario Berišić OFMCap