fra Mario Berišić – Commento al Vangelo del 12 Giugno 2020

157

«Avete inteso che fu detto: “Non commetterai adulterio”. Ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel proprio cuore.”Se il tuo occhio destro ti è motivo di scandalo, cavalo e gettalo via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo venga gettato nella Geènna.

E se la tua mano destra ti è motivo di scandalo, tagliala e gettala via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo vada a finire nella Geènna.” Con queste parole Gesù ci insegna il modo con qui possiamo rimanere liberi figli di Dio, e aiutare anche agli altri di esserlo. Tutto nasce con gli occhi, un immagine, una persona, una cosa ci entra nell’occhio e nostro cervelletto inizia a creare un film.

Questo film ci piace ed inizia a formare dentro di noi i desideri che spesso ci portano alla schiavitù. Ecco perché non fa bene guardare tutto quello che ci si offre, perché quello condiziona la nostra libertà, perché crea dentro di noi i desideri egoistici che vogliono sfrutta, possedere. Siamo nella società che ci bombarda con le immagini, con le pubblicità, e proprio oggi possiamo capire come quelle immagini ci costringono a desiderare ciò che non abbiamo, e creano dentro di noi falsi bisogni.

Ciascuno di noi deve riconoscere quale “occhio” lo porta a quei desideri egoistici, quale mano lo porta a possedere quello che in realtà non lo serve, anzi lo rende schiavo.

Commento a cura di fra Mario Berišić OFMCap