Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 13 Maggio 2022

51

- Pubblicità -

“ Non sia turbato il vostro cuore “.

Turbare, leggevo in un commento di qualche tempo fa, è l’azione opposta a quella che compie lo Spirito Santo.

Chi è turbato non sa dove andare, brancola nel buio, è agitato, non sa decidersi.

Lo Spirito Santo è invece “ equilibratore meraviglioso della nostra anima e del nostro essere “, dona stabilità, saldezza, certezza, quella certezza di non essere mai abbandonati da quel Dio che ci ha promesso di “ prepararci un posto “.

Il cuore turbato ci porta a pensare come Tommaso e a dire “ Signore, non sappiamo dove vai, come possiamo conoscere la via? “, che, in altre parole, vuol dire: Signore, non sappiamo come operi, che direzione prendi, ci sembri assente, insensibile alle nostre istanze, come possiamo conoscere la via, la tua via, il tuo operare?

Ecco l’errore, non si ha fede, non si ha conoscenza del Signore.

Chi ha un rapporto quotidiano con Lui sa che è la Via, la Verità, la Vita, cioè è colui che, con la sua Parola, indica la Via, è colui il quale dice sempre la Verità, è colui che dona la Vita, ti dona la Sua Vita perché tu ne abbia in abbondanza.

- Pubblicità -

Conosciamo la via caro Tommaso e cari “ Didimiche siamo noi, dobbiamo solo deciderci, una volta per tutte, di seguirla.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedentep. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2022
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 13 Maggio 2022