Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 7 Aprile 2020

179

“E, intinto il boccone, lo prese e lo diede a Giuda, figlio di Simone Iscariòta. Allora, dopo il boccone, Satana entrò in lui.”

Mi ha sempre colpito particolarmente il passo del Vangelo in cui Gesù intinge il boccone per Giuda. Anche Giuda fa la Comunione. Questo è l’Amore infinito di Dio per l’uomo, un Amore che va oltre i peccati, le mancanze, i tradimenti. Gesù sceglie di lottare fino alla fine con ciascuno di noi. Non c’è storia che Lo faccia desistere da questa scelta.

È un Amore scandaloso. Dove noi condanneremmo, Lui sceglie di rendere la mano. Anzi, sceglie di donare se stesso. Con le nostre forze è impossibile amare così, però siamo chiamati proprio a questo. Siamo chiamati a scegliere questo Amore. Giuda Iscariota è conosciuto come “il traditore”, ma in realtà quasi tutti tradiscono Gesù nell’ora decisiva.

Anch’io tradisco Gesù nella mia quotidianità, quando pecco. E grazie a Dio esiste la Riconciliazione, altrimenti sarebbe notte, come quella che trova Giuda quando esce dal Cenacolo. Giuda aveva già scelto da che parte stare, così come sceglierà di non farsi perdonare.

E noi cosa scegliamo?


Fonte