Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 29 Luglio 2020

126

Abbiamo tutti delle morti, piccole o grandi, con cui fare i conti nella nostra quotidianità e a volte può succederci di sperimentare, come Marta, la sensazione di abbandono: “Se tu fossi stato qui…”.

Il Vangelo di oggi ci ricorda due cose che sappiamo bene, ma a cui ci può venir difficile credere, soprattutto quando sentiamo maggiormente la fatica: i tempi di Dio non sono i nostri e noi non siamo mai veramente lasciati a noi stessi.

Il Signore non se n’è mai andato e non dovremmo mai smettere di pregare che questa consapevolezza sia forte e chiara in chi si sente scoraggiato, schiacciato, deluso. La certezza di non essere soli è alla base della nostra fede ed è ciò che ci fa “sperare contro ogni speranza”, che ci fa vivere le nostre morti come se le avessimo già vinte.


Fonte

AUTORE: Fabrizio Francesco Campus
FONTE: Sito web
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER