don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 24 Dicembre 2021

96

“Come aveva detto per bocca dei suoi santi profeti”

La Nascita del Signore non è che l’inizio del compimento delle antiche profezie sul progetto di Dio sull’umanità. Tutta la Sacra Scrittura non è che una progressiva storia di Rivelazione del progetto di salvezza di Dio per l’uomo. Tutto il presente, il passato e il futuro dell’umanità è già annunciato nelle Sacre Scritture. Per questo la loro continua meditazione ci rende desti e vigilanti, in modo da attendere consapevolmente la realizzazione delle promesse di Dio.

Non solo in esse è contenuta la storia dell’umanità, ma anche di tutta la tua vita. Tutti i passaggi della tua esistenza puoi ritrovarli nelle dinamiche narrate nel Vangelo. Dubbi, timori, sofferenze, malattie, discordie, preoccupazioni, disagi…tutto ciò che di umano si può vivere, si incontra nelle pagine della Buona Novella. Essa ci insegna come tutte queste situazioni possono trovare, nella grazia di Dio, forza, consolazione, speranza, amore, perdono, pace, serenità.

Il Natale dunque è solo l’inizio del percorso che tu puoi compiere con la grazia di Dio. La Sua nascita il segno eloquente della fedeltà di Dio a quanto ha promesso.

In breve

Il Natale è la garanzia che qualsiasi esperienza umana si possa vivere, non è mai lasciata a se stessa da Dio. Ma è sempre accompagnata e sostenuta dalla Sua grazia, dal Suo amore.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 24 Dicembre 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 25 Dicembre 2021