don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 16 Marzo 2020 – Lc 4, 24-30

8

“Nessuno é Profeta nella sua patria”

Eh si, Gesù sa bene quello che dice, e quello che sta dicendo non lo vuole intendere per qualcun altro ma per sé. Proviamo a fare la stessa cosa, riconduciamo questa parola di Gesù nelle nostre case, nelle nostre famiglie, poi nel nostro paese ecc..

Ci renderemo conto di quante volte quel consiglio che mamma e papà ti avevano dato in realtà non lo hai mai preso in considerazione, poi detto invece da quell’amico a cui hai sempre voluto un gran bene, lí é diventato il consiglio di vita! E questo non perché ai tuoi non vuoi bene, ma soltanto perché non possono essere profeti in patria!

Non vuoi dargliela vinta, sei mosso da superbia, vuoi aver ragione solo tu e spieghi pure le tue ragioni anche davanti a scelte palesemente sbagliate, scelte che ti fanno male, ma dove tu fai quello che sa quello che fa! Ci rendiamo conto? A cosa ci porta questa superbia?

A non accorgerci che chi ci ama ci corregge, chi ci ama ci guida, chi ci ama però ti aiuta passo passo con il consiglio, la presenza e l’affetto.. Ma detto da altri ha tutto un altro sapore!! Ma quale??? In questi giorni che siamo in casa reimpariamo a volerci bene veramente!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone