Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 25 Agosto 2021

105

La coerenza c’è quando ciò che si dice, ciò in cui si crede, ciò che si fa e ciò che si vuole dagli altri… sono tutti treni in cammino verso la stessa direzione.

Non si tratta di perfezione… non devono essere necessariamente alla stessa velocità, ma almeno sulla stessa direzione… altrimenti si crea confusione e la confusione è l’anticamera della divisione, divisione dentro di sé e con gli altri.

L’incoerenza, quindi, fa male… fa male a tutti… a chi è incoerente, alle persone che lo circondano… a chi lo nota.

Gesù ne parla in termini chiari: apparire ciò che non si è! Ed è facile vederlo negli altri… mentre con noi stessi siamo tutti pronti a trovare giustificazioni.

Nessuno è perfetto, tutti desideriamo essere migliori. Ma cosa fai per migliorare quelle cose che non vanno della tua vita?

Prometti solo se puoi mantenere, parla sapendo che chi ti ascolta vuole sentire solo parole per crescere, agisci sapendo che ciò che fai mostra ciò in cui credi.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 25 Agosto 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 25 Agosto 2021