Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 13 Gennaio 2021

36

Un vangelo, tante provocazioni… leggendo e meditando mi vengono in mente tanti spunti… tanti stimoli di crescita… ne condivido alcuni…

– Una febbre che ci impedisce di metterci a servizio: la febbre della pigrizia… della comodità… dell’essere serviti… di rimanere al caldo delle nostre sicurezze. Sì, perché servire è in qualche modo rischiare… rischiare di non fare le cose nel migliore dei modi… avere paura di fare le cose gratuitamente… avere paura di non avere tempo per noi.
La terapia? Molto semplice, quasi banale: servire! Iniziare a fare l’esatto contrario. Perché la comodità richiama comodità… l’egoismo richiama egoismo…
Gesù non fa altro che sostenere la suocera di Pietro… le dà il via… e poi in modo molto semplice e spontaneo… si riparte a vivere!

– Non c’è riposo per fare il bene. Non si può aspettare… non può essere rinviato… chi chiede aiuto, aiuto vero, non deve aspettare… altrimenti… può essere troppo tardi!

– Non permettere ai demoni di parlare… ci sono tante voci dentro e fuori di te… ascolta solo quelle che fanno bene e ti fanno fare bene… metti a tacere quelle che creano divisione dentro e fuori di te!

– Vuoi riposare? Prega… il tempo usato per la preghiera… per la relazione con Dio… è solo tempo guadagnato… ti dà ristoro… ti dà forza… ti dà coraggio… ti dà pace!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay