Commento al Vangelo del 4 Febbraio 2018 – don Mauro Leonardi

256

Questo Vangelo è all’insegna dell’immediatezza. Gesù “subito” lascia la sinagoga per andare a casa di Andrea e Simone. La malattia della suocera e i due fratelli che subito parlano di lei al Signore, Gesù che si avvicina, la prende par mano, la alza, lei che si mette a servire.

E lo stesso, dopo, con la folla: c’è un movimento continuo di folla che viene, chiede e Gesù che immediatamente risponde e guarisce. A quest’andamento incalzante fa da contrappunto la sveglia all’alba, in un deserto e la preghiera di Gesù, intima , con il Padre in cui Cristo trova la fonte della sua stessa vita: che è servire in nome del Padre.

Come la suocera di Pietro fa con Gesù.

Poesia

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

Se ci sei tu.
La malattia guarisce.
Se ci sei tu.
La debolezza diventa forza.
Se ci sei tu.
Il demonio scappa.

Non permetti ai demoni di parlare di te.
Anche se sanno la verità su di te.
Anzi proprio perché sanno la verità su di te.
Perché ?
Perché la verità sei tu.
E non c’è altra rivelazione che te.
E non c’è altra parola che te.
La verità va guardata.
Dopo averla desiderata, cercata, chiamata.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO
della V Domenica del Tempo Ordinario – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 4 Febbario 2018 anche qui.

Mc 1, 29-39
Dal Vangelo secondo Marco
29E subito, usciti dalla sinagoga, andarono nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. 30La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. 31Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva. 32Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. 33Tutta la città era riunita davanti alla porta. 34Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano. 35Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. 36Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce. 37Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». 38Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». 39E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 04 – 10 Febbraio 2018 2018
  • Tempo Ordinario V
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 1

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO
don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[amazon_link asins=’887180998X,8881556723,8881555336,8881556464′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’76406a09-5781-11e7-a690-e73f53bf67d8′]