Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 14 Gennaio 2023

62

- Pubblicità -

Marco continua col suo vangelo a narrarci le giornate di Gesù. Lo vediamo intento a evangelizzare lungo il lago di Tiberiade. Lì chiama al suo seguito un pubblicano esattore delle tasse, persone odiate e considerati peccatori da tutti. Gesù chiama a seguirlo proprio quest’uomo. Sembra assurdo! Chi di noi chiamerebbe a lavorare con noi e per noi un depravato? Nessuno.

Gesù inizia a rivelare la sua missione in senso pieno e la sua identità diversa da quella che ci si aspettava. Infatti i farisei vengono messi subito in crisi: perché questi se la fa con i peccatori? Non può essere dei nostri….Gesù risponde alla loro domanda con grande chiarezza. La sua missione è cercare i lontani, i perduti, i senza Dio….ecco chi è Gesù, il redentore il misericordioso.

Oggi questa pagina ci tira parecchi ceffoni, noi che etichettiamo tutti…che non vediamo in chi sbaglia la possibilità di emendarsi …che teniamo le distanze da chi è diverso da noi. Gesù è venuto per chi riconosce il proprio peccato e vuole uscirne perché egli guarda non a ciò che siamo o siamo stati ma a ciò che possiamo diventare.

- Pubblicità -

Impariamo questo sguardo di Gesù per vedere noi e gli altri alla sua Luce. Egli ha preso carne per “i peccatori”, per noi, per tutti, nessuno escluso. Quando la chiesa lo capirà, allora sarà fedele al vangelo.
E tu da che parte stai?

A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade