Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 13 Febbraio 2023

254

Riprendiamo il cammino con la Parola che ci guida. Oggi Marco ci offre una pagina molto umana di Gesù. Egli è scocciato, snervato dal comportamento provocatorio dei farisei che continuano a chiedergli miracoli direttamente dal cielo cioè da Dio. Non ne può più di quella gente…li lascia e se ne va dall’altra parte del lago.

Gesù si ritira davanti alle nostre pretese assurde che non hanno niente a che vedere con la fede, ci lascia al nostro destino.
Riflettiamo oggi a quante volte usiamo lo stesso comportamento dei farisei. Vogliamo sempre verificare la bontà e la fedeltà di Dio. Ma così manchiamo di fiducia. Gesù vuole fiducia piena.

Il segno di Dio per noi è il Figlio che vive in noi, nella Parola, nella Eucaristia, nei poveri, in tutti gli eventi che ci accadono e ci parla del suo amore fedele, ci apre strade di felicità e di pace. Ovunque c’è Pace e Amore lì è il segno che c’è Dio. Bisogna aprire gli occhi con il collirio della fede e vederlo.

- Pubblicità -

A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade