Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 27 Aprile 2023

368

Ci siamo messi alla ricerca di Dio. Lo abbiamo cercato, abbiamo accolto la testimonianza di qualcuno che dimostrava con la vita di essere credibile, un credente credibile. Abbiamo scrutato la Parola, e imparato a pregare tutti i giorni, imparato ad affidare al Signore la nostra vita, a lasciarci raggiungere dal Vangelo affinché illuminasse la nostra vita.

Abbiamo riscoperto, stiamo riscoprendo la nostra vita interiore, la nostra vita di fede, come se qualcuno fosse entrato nel nostro alloggio sprofondato nel buio ed avesse alzato le tapparelle, lasciando entrare la luce. E a quel punto, solo a quel punto, abbiamo capito una cosa sorprendente: era Dio che ci stava cercando, da tempo. Cerchiamo colui che ci cerca.

È il Padre che ci spinge alla scoperta di Gesù, l’unico capace di saziare il nostro desiderio profondo di felicità. Con discrezione, rispettando i nostri tempi, eppure da sempre Dio ci “perseguita” con i suoi benefici. Con un corteggiamento velato, discreto, mai invadente, mai eccessivo, volgendo indietro il nostro sguardo abbiamo visto i mille segni della sua presenza, della sua costanza, della sua fantasia. Perché, allora, spesso non ci accorgiamo di lui? Perché molte persone, più degne di noi, più spirituali e rette, fanno così fatica a riconoscerlo?

A volte i tempi non sono maturi o non siamo abbastanza desti o…non lo so. Ma Gesù insiste: Dio ti cerca. E suscita in te il desiderio di cercarlo. Aprirsi alla fede, cioè fidarsi, ci permette fin d’ora di sperimentare la vita eterna, che è la vita di Dio, l’Eterno. Sappiamo bene che la nostra vita è un già e non ancora: già sperimentiamo l’amore di Dio e la bellezza di amare, ma non ancora come vorremmo, non nella pienezza, non nella stabilità, non della definitività.

Eppure già qui e ora è tutto così intenso e vero! Luminoso e bello nei momenti in cui abbiamo -lo sguardo interiore per riconoscere le grandi opere che Dio compie nel mondo e in noi! Quanta vita nelle nostre giornate, quanta speranza ha illuminato i nostri passi!

✝️ Commento al brano del Vangelo di: ✝ Gv 6,44-51

Il blog di Paolo | LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO DEL GIORNO