Mons. Angelo Spinillo – Commento al Vangelo di domenica 7 Maggio 2023

265

Nella parola che spezziamo domenica prossima 7 maggio 2023, Quinta del Tempo di Quaresima, Gesù ci dà un’indicazione chiara sul cammino da compiere per essere umanità nuova: chi incontra Lui, incontra il Padre, perché Egli compie le opere del Padre.

“Sì, è vero, Gesù compie anche i miracoli, un segno forte della presenza di Dio”, ci dice Mons. Angelo Spinillo, “ma ci sono opere fatte di gesti di attenzione ai più piccoli, ai più poveri, ai peccatori: in questo, Egli chiama l’umanità ad aprirsi con fiducia alla presenza di Dio”.

Non solo, Gesù ci annuncia anche chi crede in lui compirà le stesse opere, anzi ne compirà di più grandi: “Ecco – conclude il vescovo di Aversa – chi vive come Gesù, vivrà come figlio di Dio perché chi compie quelle stesse opere rende possibile il miracolo grande dell’essere umanità nuova, quell’umanità risorta che dona vita e chiama i fratelli a camminare insieme verso il regno di Dio”.

- Pubblicità -

Link al video