Sr. Mariangela Tassielli – Commento al Vangelo di domenica 18 Settembre 2022 per bambini/ragazzi

70

- Pubblicità -

Amministratori

Amministratori e custodi: ecco cosa siamo, nel cuore e nel progetto di Dio. Siamo donne e uomini a cui il Creatore ha affidato il mondo, il suo presente e il suo futuro. Ogni giorno, con coraggio, dovremmo riuscire a dirci, e per questo essere consapevoli, che non siamo in questo mondo per uno strano caso di un impersonale destino. Ciò che facciamo non riguarda solo noi e le nostre cerchie più o meno strette.

Tra le nostre mani vive il mondo, nelle nostre mani è stato posto il mondo. E noi siamo proprio come quell’amministratore della parabola che il Vangelo, in questa XXV domenica del Tempo Ordinario, ci propone: siamo coloro che il Signore della vita ha chiamato alla vita, siamo stati posti nel mondo per far vivere il mondo, siamo coloro a cui è stato affidato ciò che Dio stesso considera ricchezza incommensurabile, i suoi figli e figlie, la sua creazione.

- Pubblicità -

È questa la prima è più intima chiamata! È questo quel progetto a cui Lui ha legato la nostra vita, ed è su questo che un giorno ci rivolgerà la sua prima domanda. Possa quel giorno trovarci fedeli, possa quel giorno sorgere su scelte di vita, di fecondità, di cura, di delicatezza, di coraggio, di presa in carico degli altri e del mondo.

Custode: questo è stato il primo nome del primo essere umano, perché fosse chiaro che custodire è la prima e fondamentale chiamata.

Davanti a noi, come sempre, scelte: chi essere, come vivere, che cosa scegliere? Una la certezza: non possiamo avere due piedi in una scarpa. Non possiamo servire Dio e distruggere il mondo. Non possiamo pensare di amare Dio e depredare le vite altrui. Non possiamo dire di credere nel Vangelo e sperperare la nostra stessa vita.

Alleniamoci ogni giorno, nelle scelte più piccole, a custodire quanto Dio stesso ci ha donato, fedeli solo a Lui, al suo amore, al suo progetto di salvezza e di futuro.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Essere custodi fedeli

- Pubblicità -

Signore Gesù,
ogni giorno tra le nostre mani
vive il mondo:
ne possiamo custodire il futuro,
possiamo amministrarne
la bellezza e le sue ricchezze.

Insegnaci a farlo come tu lo hai fatto,
mettendo al centro la salvezza,
dando valore all’altro,
prendendoci cura delle fragilità.

Insegnaci, Dio fedele,
a essere custodi fedeli
nei piccoli passi di ogni giorno.
Amen.

FONTE – Sr. Mariangela, sul sito cantalavita.com
CANALE YOUTUBE
PAGINA FACEBOOK