Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 23 Febbraio 2023

1079

Ci sono momenti della vita in cui tutto sembra seccarsi all’improvviso, perdere le foglie, appesantirsi, non vestire più comodo la nostra vita. Ci sono tempi della vita in cui un vetro sembra separarci dalla gioia vera, in cui la stanchezza, la fatica, il peso delle nostre scelte è troppo per essere sostenuto e l’unico desiderio che abbiamo è quello di dire basta e mollare tutto.

E perché non farlo? Perché non dire basta e mollare la pesantezza che ci attanaglia? Perché non aprire le mani e lasciare che il Signore si prenda cura delle nostre fatiche e ci aiutai a diventare leggeri nella fatica, forti nelle difficoltà? Perché non lasciare che il secco della nostra vita cada e noi possiamo rivestirci di nuove foglie?

A quattro mani, la croce è più leggera.

- Pubblicità -

Aprire le mani e il cuore, lasciare che la croce diventi bussola verso la gioia e la leggerezza, non ancora nella fatica. Aprire le mani e lasciar cadere tutto l’eccessivo e l’eccesso. Scoprirsi creatura nuova, senza corazza, libera di camminare con gioia leggera nella sua Luce, verso la vita vera.

Martina Pampagnin

Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato