Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 22 Maggio 2023

411

✝️ Commento al brano del Vangelo di: ✝ Gv 16,29-33

Dinnanzi alle incertezze del presente i discepoli di ogni tempo cercano di assicurare le proprie vite, scosse dai venti, all’àncora del comprendere! Il Signore sa tutto, perché preoccuparsi? Quante volte abbiamo cercato sollievo in simili parole… Ma il cuore dopo qualche istante di sollievo ritornava inquieto, tesi e antitesi a inseguirsi senza posa. Un moto sfiancante che ci disperde, ognuno a fissare il proprio schermo, illusi che l’ennesimo touch possa mostrarci l’uscita.

E ci sentiamo irrimediabilmente soli, ma proprio per questo finalmente così vicini al Gesù del nostro Vangelo. Riecheggiano oggi per noi le Sue parole, «non sono solo il Padre è con me»… Proprio ora a me e a te è aperta la via del silenzio, presenza dinanzi a un vuoto che finisce per diventare presenza.

- Pubblicità -

Fermati, non arretrare davanti all’orrore che suscita questa vacuità, entraci: dentro troverai Gesù. Lui lo ha già abitato per te ed è proprio lì ad attenderti, allora sarà la pace! La paura d’essere stati abbandonati cede il passo al cor-agere, al compiere azioni dense di senso che fanno gustare il dolce della vittoria sulla morte relazionale, fisica, emotiva…

Narciso Sunda

Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato