Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 16 Gennaio 2023

54

- Pubblicità -

Non è mai facile mettere insieme il vecchio con il nuovo. I rattoppi rischiano di strappare ancor di più il vestito che si voleva rammendare, così come il vino nuovo rischia di rompere gli otri vecchi in cui lo si vuol versare. E così è anche con Gesù.

La sua venuta, la sua parola, il suo modo di agire sono una sfida per chi gli sta attorno, per chi vuole continuare con le “usanze abituali”. E quindi anche il digiuno viene messo in discussione: come si fa a digiunare quando lui è presente? Come si fa a non fare festa quando Gesù celebra la benevolenza del Padre nelle relazioni, nel banchetto, nella vita fraterna? Ci sarà il momento, ma – dice Gesù – non è ora.

Quante volte anche noi rischiamo di imporre i nostri canoni al Signore, quasi costringendolo nelle nostre abitudini… magari anche buone, ma che con lui, con la sua presenza nella Parola, nei sacramenti e nella fraternità vissuta hanno bisogno di essere rinnovate? Forse ci fa pure paura essere messi così in discussione. Ma è la vita nuova che Gesù è venuto a portare: non ci si può più accontentare di qualcosa che sappia troppo di compromesso. Con Gesù la nostra vita può e deve andare oltre.

- Pubblicità -

Lino Dan SJ

Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato