fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 6 Luglio 2022

359

Già ieri abbiamo parlato degli esorcismi e anche oggi il vangelo ci dice che Gesù diede ai discepoli potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità.

Questo mi ha fatto ricordare il racconto di un ragazzo nato in una famiglia atea, e che da ragazzo aveva il vizio di mentire e di rubare, e questo suo comportamento non lo faceva stare bene, non a causa della morale cristiana, che non gli era nemmeno stata insegnata, ma perché comunque ogni persona ha dentro di sé un senso della giustizia e della verità.

Questo ragazzo dopo molti tentativi di vincere questi difetti che lo facevano stare male si è sentito sconfitto, incapace di dare alla sua vita la direzione che voleva, ed è stato in quel tempo che si è avvicinato alla fede in Gesù ed ha capito che il suo problema non dipendeva dalla scarsa volontà ma, dalla mancanza di libertà, perché chi commette il peccato è schiavo del peccato. Ed è stato attraverso un cammino di fede e di conversione che è riuscito a liberarsi dal potere del peccato.

Oggi Gesù conferisce a ciascuno di noi il potere, l’autorità per aiutare chi è prigioniero del male a liberarsi. Naturalmente lasciamo agli esorcisti di svolgere la loro missione, ma anche noi scacciamo le tenebre dell’ignoranza con la luce del vangelo, e preghiamo per essere liberati dal male.

Fonte: il canale YOUTUBE di fra Stefano