fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 24 Luglio 2023

361

Gesù ci dice che questa generazione malvagia e adultera pretende un segno per poter credere. Cerca una dimostrazione sicura prima di convertirsi. Ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno della risurrezione di Gesù; infatti, se una persona non crede nella risurrezione, quale segno più grande potremo darle.

I miracoli non servono, perché anche se dovessero avvenire miracoli un incredulo penserebbe che è stata una coincidenza. Gli increduli dicono di avere bisogno di prove per poter credere, ma in realtà il loro cuore è chiuso perché non hanno nessuna intenzione di convertirsi. E allora Gesù ci vuole invitare alla conversione.

E vuole invitare tutti noi a convertirci, anche noi che crediamo; infatti, anche noi abbiamo molte debolezze e non siamo sempre coerenti nel nostro cammino spirituale. Oggi Gesù ci vuole incoraggiare a non aspettare nessun segno particolare prima di prendere la scelta giusta. Non è necessario attendere segni dal cielo per diventare generosi, per perdonare, per pregare, per essere onesti.

- Pubblicità -

E se ti sembra che non ci sia nessuna fretta ti invito a pensare a quanto tempo abbiamo già perso, a quante occasioni di bene abbiamo già sprecato. Cominciamo oggi stesso ad accelerare il nostro passo sul cammino di conversione, non c’è nulla da spettare, anzi, avremmo già dovuto cominciare prima.

Link al video

Fonte: il canale YOUTUBE di fra Stefano