fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 2 Luglio 2022

156

- Pubblicità -

Vino nuovo in otri nuovi. Gesù ci ha lasciato questo bellissimo insegnamento che riguarda la vita spirituale ma, credo che possa essere valido anche al di fuori della esperienza di fede. Fondamentalmente è un insegnamento che ha l’obiettivo di portare unità nella nostra persona. E trovare l’unità è qualcosa che fa sempre bene, anche a una persona che non avesse fede.

Sia chiaro che in ogni persona c’è una forma di sdoppiamento, di dialogo interiore. Noi, per esempio, ci poniamo delle domande e ci diamo le risposte. Oppure di fronte ad un problema c’è una parte di noi che protende per una soluzione e un’altra parte che sceglierebbe l’altra soluzione, questo è normale.

I nostri ragionamenti hanno bisogno di questo sdoppiamento, di questa dialettica interiore per procedere. Nella vita ci sono però alcune scelte che sono totalizzanti, che non riguardano la scelta di che vestito metterci, o di che cibo mangiare, ma la scelta di che persona noi vogliamo essere. Vino nuovo in otri nuovi.

Scegliere di seguire Gesù non significa cambiare la strada che stiamo percorrendo, o correggere la direzione, ma significa essere persone nuove rinate dallo Spirito. Questo è quello che oggi Gesù ci sta dicendo: non attaccare una pezza al tuo vestito, ma vivi da figlio della luce.

Fonte: il canale YOUTUBE di fra Stefano