HomeVangelo del GiornoFabrizio Morello - Commento al Vangelo del giorno, 14 Gennaio 2024

Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 14 Gennaio 2024

Commento al brano del Vangelo di: Gv 1, 35-42

Che cosa cercate?

E’ la domanda che Gesu’ rivolge ai due discepoli di Giovanni che si mettono alla sua sequela.

Oggi è a noi che viene posto questo quesito: Che cosa cerchi Fabrizio, che cosa cerchi Rosaria?

- Pubblicità -

Perchè ci siamo incamminati dietro a questo Gesu’?

Il Maestro ci chiede di verificarci, ci chiede se “ siamo andati veramente a vedere “ dove “ Lui dimora “ e ne siamo rimasti talmente affascinati dall’aver scelto di seguirlo o se la nostra sequela è frutto piu’ di una tradizione o di un qualche vago bisogno di ricerca di “ protezione “ dalle nostre insicurezze e dalle nostre paure.

Ma dove dobbiamo andare per vedere dove dimora questo Gesu’ Cristo?

- Pubblicità -

Per capirlo bisogna chiederci, preliminarmente, chi è Gesu’ Cristo.

E la risposta ce la dà Giovanni nel testo: E’ l’agnello di Dio.

Gesu’ è colui il quale ha donato, con mitezza, il suo sangue per me.

E’ quindi uno che mi ama alla follia.

Scoprire chi è Gesu’ potrebbe già bastare per mettersi alla sua sequela ma potrebbe anche spaventare perché se Cristo è colui il quale ha donato il suo sangue per me ed io voglio seguirlo significa che anch’io sono chiamato, per amore, a versare il mio sangue per gli altri.

Sono disposto a questo?

Per rispondere devo vedere che “ effetto mi fa “ il “ venite e vedrete “.

Dove devo venire?

Nei “ luoghi “ che lui frequenta.

Lui è in Chiesa, spesso sono cosi’ solo, esposto nel tabernacolo, in attesa che qualcuno vada li’ a parlare con Lui, ed è pronto, sempre in Chiesa, a farsi mangiare nella comunione.

Ma Lui è anche fuori dalla Chiesa, è nei poveri, negli abbandonati, in coloro che soffrono, in coloro che sono soli.

Mi “ attrae “ andare in questi luoghi o mi crea indifferenza se non addirittura ripugno perché ne preferisco “ altri “?

Se avro’ il coraggio di “ andare “ nei luoghi ove Gesu’ “ dimora “ e mi sentiro’ da essi “ attratto “ allora i miei occhi saranno in grado di “ vedere “.

Vedere cosa?

L’Amore che nasce dalla preghiera dinanzi al tabernacolo e dall’incontro con Gesu’ vivo e vero nell’Eucarestia, la gioia che sorge sul volto del povero a cui mi avvicino, la gratitudine  dell’anziano solo a cui ho fatto un telefonata.

Chi “ vede “ queste cose certamente sarà “ folgorato “ e capirà cosa cercava nel momento in cui si è messo alla sequela del Signore: cercava GLI STESSI OCCHI DI CRISTO, quegli occhi limpidi che consentono di vedere la bellezza in tutti i luoghi ove Gesu’ dimora.

Cercava, in altre parole, tracce di Eternità già su questa terra.

Saranno per lui le sue “ quattro del pomeriggio “.

E per me, e per te, sono già arrivate le nostre “ quattro del pomeriggio “?

Buona Domenica e buona riflessione a tutti. 

Icona

Gv 1, 35-42 | Fabrizio Morello 43 kb 1 downloads

Commento al Vangelo del 14 Gennaio 2024 …

Articoli Correlati