don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 9 Gennaio 2023

52

- Pubblicità -

“Venite dietro a me”

Quando l’evangelista narra della chiamata di Simone e Andrea e di Giacomo e Giovanni, presenta una dinamica molto simile, ma aggiunge delle leggere sfumature che dipingono delle chiamate a seguire Gesù molto diverse. Quello che l’evangelista sottolinea è cosa lasciano i discepoli per seguire Gesù. A Simone e Andrea viene presentato un progetto, un fine da raggiungere, quello di essere pescatori di uomini. Ed essi rispondono abbandonando le reti, il lavoro e la loro realizzazione personale, per cominciare un itinerario di realizzazione di sè molto più grande.

A Giacomo e Giovanni invece non viene presentato un progetto chiaro, solo un invito a seguire Gesù. Ed essi probabilmente non erano molto attaccati al loro lavoro, delle reti non si parla, piuttosto erano molto legati alla loro figura paterna e ai loro amici. Nell’itinerario vocazionale tutti questi elementi ritornano spesso. Più volte, sopratutto nei momenti più difficili del cammino e nelle prove più dure, ciò che si è lasciato e che ci stava più a cuore, è proprio ciò che rischia di “riprenderci” e di turbarci nella sequela di Gesù.

- Pubblicità -

Per qualcuno sono le prospettive di realizzazione personale a cui si è rinunciato, per qualcun altro l’ambiente familiare d’origine che faceva sentire più comodi, più a proprio agio; per altri gli affetti a cui si è dovuto dire di no, o le amicizie che con il tempo si son dovute abbandonare. Nei momenti di dubbio, afferrati alla promessa che Gesù ti ha fatto e continua a credere.

Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube