don Roberto Seregni – Commento al Vangelo del 27 Novembre 2022

290

VEGLIATE

Dalle mie parti sta iniziando la stagione del caldo torrido senza piogge. Il mio miglior amico è un piccolo ventilatore rumoroso che mi regala qualche attimo di freschezza.

Mentre provo a concentrarmi per scrivere questa breve riflessione all’inizio dell’Avvento, mi viene spontaneo pensare: si riparte!

Ogni anno la madre chiesa ci dà la possibilità di ripartire, rinnovarci, rivivere i misteri della vita di Cristo attraverso l’anno liturgico. Ogni anno abbiamo tra le mani l’occasione di lasciarci trasformare dalla Parola e dalla impetuosa delicatezza dello Spirito.

- Pubblicità -

Ieri sera, dopo le prime confessioni di una trentina di bambini in una della comunità parrocchiali, una delle catechiste mi ha chiesto qual è la parola chiave della prima domenica di avvento per poter preparare un bel cartellone da mettere alle spalle dell’altare. Senza esitare le ho risposto: Vegliate.

Sí, il maestro ci chiama a vegliare, a vigilare, a vivere attenti. Una delle grandi malattie spirituali che minaccia la nostra fede è il sonnambulismo. Viviamo mezzi addormentati perché la frenesia del mondo ci sta anestetizzando l’anima. E la cosa peggiore è che non ce ne rendiamo conto. Una delle conseguenze è che viviamo la fede come un’abitudine, un rito o una formalità. La nostra fede è stanca, ripetitiva e monotona.

In questo tempo di Avvento, il Maestro ci chiama a rinnovarci, a ripartire, a rimettere ordine e passione nel nostro cammino di fede, a ritornare a Lui.

- Pubblicità -

Vegliare, dunque.

Vegliare per accorgersi di chi sta male e ha bisogno di un sorriso, di ascolto, di tempo.

Vegliare per riscoprire la bellezza del silenzio e della preghiera.

Vegliare per far crescere il gusto dell’attesa ed essere pronto ad accogliere Gesù che viene.

Lui, per fortuna, non si è ancora stancato di noi.

don Roberto 


Don Roberto (prete missionario della Diocesi di Como) – Sito Web Fonte: il canale Telegram “Sulla Tua Parola“.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno