d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2023

410

✝️ Commento al brano del Vangelo di: ✝ Gv 19,25-34

Un aspetto lungo la graduale sequela di Gesù è la scoperta di Maria, nostra madre amorevole e potentissima. Il motivo è semplice: ce l’ha data Gesù stesso. Ed è meraviglioso osservare che l’unica volta che Cristo la chiama madre è quando la chiama madre di Giovanni. Non vuole tenere solo per sé la maternità di Maria.

La ricchezza di sfumature della vita di Gesù la vediamo anche qui. Gesù chiede al Padre che passi da lui questo calice liberando anche noi da tante visuali fasulle. Ma poi sulla croce esprime la sete di donarsi fino in fondo, di stare vicino alle sofferenze di ogni uomo. Lui Dio, ha subito ogni umiliazione, tanti dolori, abbandono…

- Pubblicità -

Non è il successo terreno il metro di valutazione.

Fonte: il blog di don Giampaolo Centofanti