Gv 14, 21-26

115

- Pubblicità -

Lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome vi insegnerà ogni cosa. 

21Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui”. 22Gli disse Giuda, non l’Iscariota: “Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?”. 23Gli rispose Gesù: “Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. 24Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. 25Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. 26Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.

LEGGI TUTTI I COMMENTI AL VANGELO DI QUESTO BRANO

Articolo precedentedon Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo di oggi, 16 Maggio 2022
Articolo successivoMonaci Benedettini Silvestrini – Commento al Vangelo del 16 Maggio 2022