Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2020

9

“Quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo, allora conoscerete che Io Sono”.

E’ proprio lì sulla croce che Dio rivela sua vera identità e noi sperimentiamo chi è veramente. E’ proprio quando lo rifiutiamo, lo disprezziamo e nuovamente lo crocifiggiamo che Lui rivela la sua identità: Amore gratuito e incondizionato.

“La croce è la guarigione dal sospetto tremendo che Dio sia un’antagonista della libertà dell’uomo” (Padre Fausti). Sulla croce muoiono definitivamente tutte le false concezioni di Dio che continuiamo ancora oggi a costruirci.

Perchè lì Lui è Amore e nient’altro; questo gesto risponde alla domanda radicale di amore gratuito e incondizionato che ci portiamo dentro. Di fronte a un Dio così non possiamo che arrenderci, ci disarma, ci smaschera, non abbiamo bisogno di essere altro da ciò che siamo veramente.

Allora una volta per tutte siamo liberi di deporre le armi e di lasciarci abbracciare. Perchè resistere ancora?

Fonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno