Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 2 Novembre 2020

73

Oggi ricordiamo e preghiamo per i nostri defunti, la Chiesa dà grande importanza a questa memoria prevedendo la possibilità per i sacerdoti di celebrare tre messe diverse! Quindi, partecipando all’Eucarestia, potresti non ascoltare questo brano del Vangelo…

Ma perché ricordare i morti e la morte? Perché – siamo sicuri – la morte non è l’ultima parola, benché sia un passaggio obbligato, un argomento necessario, anche se doloroso. Gesù è Risorto e ha preparato per noi la stessa via di felicità, qui e nell’eternità! Oggi ricordiamo i defunti, perché crediamo nella vita, perché crediamo nel Dio che dona la vita ad ogni costo… “che io non perda nulla di quanto mi ha dato” e “chi crede in lui avrà la vita eterna”!

Il desiderio profondo di eternità spinge a non sprecare, a difendere, a curare la tua vita e quella degli altri… perché al di là della morte ci sia la Risurrezione, ogni giorno… ora!


Logo Giovani di ParolaFonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno