Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 28 Luglio 2020

103

Come è possibile, Gesù, accettare che il grano e la zizzania crescano insieme? Come si fa a tollerare anche la presenza del male nel nostro cuore e nel mondo senza prodigarsi per estirparlo appena riconosciuto? Spiegaci, Signore…

I nostri occhi vorrebbero vedere soltanto spighe di grano all’orizzonte, frutti di bene che maturano nelle nostre vite, buone notizie che riempiono le pagine dei giornali e invece ci scontriamo quotidianamente con la presenza, a volte lontana, a volte vicinissima, del male.

Il tuo sguardo, Signore, è diverso, sei disposto ad accettare che anche la zizzania cresca in noi perché neanche un chicco di grano vada perduto.

Il nostro compito allora è chiederti la grazia del discernimento per riconoscere ciò che produce e alimenta la vita da ciò che invece assopisce il desiderio e porta alla morte, la pazienza nell’attesa per accogliere con misericordia anche il male commesso e subito, la speranza che al momento opportuno vedremo risplendere alla tua luce ogni figlio, per noi fratello.

Anna Laura Lucchi Filippo Zalambani


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato