don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 12 Marzo 2022

105

- Pubblicità -

“Amate i vostri nemici”

Non si possono trascurare queste parole di Gesù, che spinge i limiti dell’amore, molto più in là rispetto alla tradizione precedente. Non è più sufficiente amare il prossimo, o chi già manifesta amore nei nostri confronti. L’amore è perfetto quando giunge anche ad amare il nemico. E in questo tempo, queste parole risuonano dure da comprendere, e ancor più difficili da attuare.

Ma ci permette di comprendere due aspetti importanti. 1) Davvero il Vangelo è Parola di Dio. Solo Dio infatti ama in questo modo e può insegnarci fino a che punto deve spingersi il nostro amore. Un uomo, sebbene molto illuminato, difficilmente avrebbe indicato di amare così. 2) Ci fa capire quanto è umano il nostro modo di amare, e quanto abbiamo bisogno di purificare il nostro amore per poter accogliere anche il nemico come un fratello.

Mi tornano alla mente le immagini di quel giovane soldato russo, terrorizzato e frastornato, accolto dagli ucraini. Questa guerra, che ci sta rivelando ancora una volta quanto male può nascondersi nel cuore dell’uomo, ci sta anche insegnando di quanta solidarietà e di quanto amore l’uomo può essere capace.

In breve

È difficile amare il nemico. Ma è il solo cammino che resta possibile all’uomo per rinascere e dare all’umanità di domani un nuovo futuro, ancora un’altra possibilità.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 12 Marzo 2022
Articolo successivola Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 12 Marzo 2022