don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 28 Aprile 2021

206

Gesù è testimone perché distoglie lo sguardo da sé per indicare il Padre e il Padre è Dio Misericordioso perché ha mandato il Figlio e ci ha donato l’intimità di vita col Figlio affinché fossimo salvi.

Accoglierti, ascoltarti

Come se tu fossi trasparente.
Attraverso il tuo viso, vedere Dio.
Attraverso le tue parole, ascoltare Dio.
Attraverso la fede in te, credere in Dio.

Come se tu fossi luce.
Attraverso te, vedo me, vedo Dio, vedo gli altri, vedo tutti.

Non sei venuto a condannare.
Non debbo fare nulla.
Sei venuto a salvare.
Devo solo lasciarti fare.
Ascoltarti.
Guardarti.
Seguirti.
Accoglierti.

Tu dici le stesse cose di Dio.
La tua voce è la voce di Dio.
Parlami.
Parlami.
Comandami la vita.
Ripetimi le cose di Dio.
Ti ascolto.
Ti ascolto.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 2 Maggio 2021 – Paolo Curtaz
Articolo successivoPaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 28 Aprile 2021 – Gv 12, 44-50