don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 29 Aprile 2021

114

«Hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli».

I piccoli non smettono mai di cercare. Sempre a chiedere il perché delle cose, sempre a stupirsi di quello che li circonda, sempre con gli occhi pieni di meraviglia e il cuore colmo di gratitudine. Quelli invece che credono di sapere tutto hanno smesso di cercare, convinti di essere superiori grazie alla loro conoscenza perfetta.

Dio, invece, preferisce gli imperfetti, i piccoli che hanno tanta voglia di crescere, che sono bisognosi di abbracci e che tendono la mano, fiduciosi che qualcuno più grande di loro li aiuterà ad attraversare quella strada tante volte pericolosa che è la vita. Sull’esempio di Santa Caterina, della quale facciamo oggi memoria, recuperiamo la semplicità delle piccole cose, dei gesti, delle parole. Solo con gli occhi e il cuore del bambino che è in noi possiamo riconoscere Dio e sperimentare il suo amore.

Buon cammino insieme al Risorto.


Fonte: don Ivan Licinio oppure il canale Telegram

Articolo precedente29 Aprile 2021 – Santa Caterina da Siena
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 29 Aprile 2021