Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 29 Dicembre 2020

51

La meditazione del vangelo di oggi mi provoca due riflessioni, una su Simeone e una su Gesù.

Simeone ci insegna ad attendere…
e in una società come la nostra che ci ha abituato ad avere tutto e subito, lo stile di Simeone sembra andare controcorrente.

Simeone attende fiduciosamente i tempi di Dio. Non si stanca… non si scoraggia, crede alla promessa di Dio… fino alla fine!

Gesù è un segno di contraddizione… è una parola forte “contraddizione” ma di fatto è stato ed è ancora così: davanti a Gesù occorre prendere una decisione ma soprattutto, confrontandosi con la Sua Parola si rivelano i veri pensieri del cuore!

Si può fingere davanti a tutti… ma non davanti alla Sua Parola di fronte alla quale è necessario prendere una decisione… di fronte alla quale ognuno di noi incontra la verità del proprio cuore… della propria storia… della propria vita!

Oggi il vangelo mi invita a fidarmi di Dio… fino alla fine e a confrontarmi continuamente con la Sua Parola per capire sempre di più chi sono io… chi sono veramente io perché solo davanti alla Verità cadono tutte le maschere… tutte le contraddizioni… e ci mostriamo veramente come siamo!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay